Accedi con il tuo ID GRAPHISOFT

I campi in grassetto sono obbligatori.

E-mail
Password

Password dimenticata?

Centro di Ginnastica Ritmica Irina Viner-Usmanova nel complesso Luzhniki, Mosca

Dalla Russia, un esempio dell’approccio OPEN BIM

Scopriamo il processo di progettazione dello studio di architettura CPU Pride, di Mosca, che li ha portati a vincere il “BIM 2016” (la competizione nazionale BIM russa) con il loro progetto per una nuova struttura sportiva.

Irina Viner-Usmanova Rhythmic
Gymnastics Center in the Luzhniki
Complex, Moscow, Russia / Rendered image / CPU Pride
Centro di Ginnastica Ritmica Irina Viner-Usmanova nel complesso Luzhniki, Mosca, Russia | Immagine renderizzata | Immagine per gentile concessione di CPU Pride | www.prideproject.pro
Progetto Centro di Ginnastica Ritmica Irina Viner-Usmanova
Azienda: CPU Pride, Metropolis LLC
Tipologia: Impianto Sportivo
Luogo: Mosca, Russia
Anno: 2019
Cliente: USM Development
Progettista: ISC Mosinzhproekt
Dimensione: 252,952 ft2 / 23,500 m2
Software utilizzati

GRAPHISOFT ARCHICAD & BIMX
Autodesk Navisworks & 3ds Max,
Solibri, Rhinoceros, Grasshopper,
Tekla, Revit Structure & MEP,
Allplan Engineering, ElumTools,
Autodesk, LIRA-SAPR, SAPFIR-3D

Irina Viner-Usmanova Rhythmic
Gymnastics Center in the Luzhniki
Complex, Moscow, Russia / Rendered image / CPU Pride
Centro di Ginnastica Ritmica Irina Viner-Usmanova nel complesso Luzhniki, Mosca, Russia | Immagine renderizzata | Immagine per gentile concessione di CPU Pride

ARCHICAD è BIM

La società Pride è stata fondata nel 2013. I suoi fondatori sono professionisti con una vasta esperienza nella realizzazione di edifici di grandi dimensioni e tecnologicamente complessi. Oggi l'azienda è composta da oltre 60 specialisti altamente qualificati, tra cui 30 architetti. Pride non solo fornisce la progettazione architettonica, ma anche le soluzioni strutturali e ingegneristiche. La società gestisce una gamma completa di servizi: dalla creazione di concept alla valorizzazione del potenziale urbano; sviluppo del progetto, documentazione per la costruzione e supervisione della fase di costruzione.

Una delle priorità più importanti per l'azienda è l'uso diffuso delle tecnologie basate sul Building Information Modeling. L'esecuzione di attività complesse richiede una soluzione BIM completa che possa fungere da strumento principale per coordinare il lavoro di architetti, progettisti e ingegneri di tutte le specialità correlate. La tecnologia BIM permette infatti un approccio progettuale integrato in tutte le fasi del ciclo di vita dell'edificio.
Il desiderio di offrire ai clienti soluzioni architettoniche uniche e la capacità di implementare attività complesse è stato richiesto dalla direzione dell'azienda e ha portato all'implementazione di ARCHICAD: un programma che non richiede tempistiche troppo lunghe per essere implementato all’interno di uno studio.

Irina Viner-Usmanova Rhythmic
Gymnastics Center in the Luzhniki
Complex, Moscow, Russia
Renders were created using the
architectural model | Image courtesy of CPU Pride
Centro di Ginnastica Ritmica Irina Viner-Usmanova nel complesso Luzhniki, Mosca, Russia | Immagine renderizzata | Render creato utilizzando il modello architettonico | Immagine per gentile concessione di CPU Pride

I dettagli sono fondamentali

Uno dei progetti recenti sviluppati dalla società Pride è l’Impianto per la Ginnastica Ritmica (IGR). L’IGR, che è già in costruzione nel Complesso Olimpico Luzhniki di Mosca, ha una capacità di 4.000 posti e sarà presto pronto per ospitare competizioni ed eventi di formazione. Le sue caratteristiche includono tribune parzialmente trasformabili e tribune VIP. La sua forma del tetto unica icorda l'onda di un nastro ginnico.

"Durante la fase iniziale, abbiamo creato un concept preliminare piuttosto rapidamente, composto da diverse soluzioni completamente diverse, sia forme completamente fuori dall’ordinario che un aspetto più geometrico mantenendo comunque un chiaro ritmo della facciata. Il cliente scelse la forma di un nastro che svolazzava sopra il terreno. Siamo riusciti a sviluppare il primo modello 3D in meno di un mese", afferma Elena Myznikova, chief architect della compagnia Pride

Initial sketches of the Rhythmic
Gymnastic Center’s roof | Image courtesy of CPU Pride
Schizzi iniziali del tetto | Immagine per gentile concessione di CPU Pride

Un singolo modello dall’idea alla documentazione

Il progetto IGR ha vinto la competizione russa "BIM 2016" nella categoria "Progetto BIM: impianti sportivi" e dimostra il successo dell'approccio OPEN BIM nella sua progettazione. Lo scambio di dati tra piattaforme software è stato effettuato utilizzando il formato IFC aperto sviluppato da buildingSMART (International Alliance for Interoperability, IAI).

La parte architettonica del progetto è stata realizzata dalla Pride Company. Gli strumenti principali per le fasi di sviluppo del design e della documentazione di costruzione sono state ARCHICAD e Rhinoceros / Grasshopper. Il modello demo finale è stato realizzato in ARCHICAD, con file Xrif annidati, elementi strutturali, ecc. Il design complesso del tetto è stato creato in Rhinoceros / Grasshopper. Le sue soluzioni strutturali e ingegneristiche sono state sviluppate dall'azienda Metropolis utilizzando un software per ingegneri.

"Siamo stati in grado di sviluppare il primo modello 3D in meno di un mese." Elena Myznikova, Chief architect, CPU Pride
BIMx Hyper-model of the project
Ipermodello BIMx del progetto

"In un cantiere, andiamo sempre con il tablet con un modello ARCHICAD. Quando discutiamo delle nostre soluzioni e idee con i nostri clienti, solitamente usiamo l'app mobile BIMx. BIMx è anche indispensabile quando è necessario concentrarsi su una determinata parte del progetto e monitorare lo stato di avanzamento della costruzione. Utilizzando BIMx, possiamo facilmente accedere a tutte le specifiche necessarie degli elementi del modello BIM", afferma il capo architetto della società Pride Vitaliy Krestianchik.

The hand sketches were recreated as the ARCHICAD 3D model, while the render was created using 3ds Max
Gli schizzi a mano libera sono stati ricreati nel modello 3D in ARCHICAD, mentre il rendering è stato creato utilizzando 3ds Max | Immagine per gentile concessione di CPU Pride
Architectural project issue scheme | Image courtesy of CPU Pride
Esempi di workflow del progetto | Immagine per gentile concessione di CPU Pride
Scheme of stakeholder interactions during the design development phase | Image courtesy of CPU Pride
Schema delle interazioni con gli stakeholder durante la fase di sviluppo del design | Immagine per gentile concessione di CPU Pride

Ogni progetto inizia con un concept e una sessione di brainstorming. I primi schizzi a matita sono stati ricreati in ARCHICAD come modello 3D. La visualizzazione è stata creata usando 3ds Max. Il processo di progettazione BIM è iniziato in questa fase: il modello conteneva informazioni essenziali sui materiali necessari e divenne la base per la prima riunione del cliente.

Durante la fase di sviluppo del concept, sono state definite le aree del pavimento, i soffitti e le finiture del pavimento, le quantità di aperture e altri parametri comuni. Per il coordinamento del concetto con il progettista, Mosinzhproekt, e il cliente abbiamo utilizzato BIMx, uno strumento utile per la visualizzazione dei modelli BIM su dispositivi mobili. Tutti i file di progetto e i disegni della documentazione sono stati combinati in un singolo Ipermodelli e visualizzati con BIMx. Pertanto, la società Pride è stata in grado di ruotare il progetto in un ambiente 3D per consentire la considerazione di ulteriori dettagli.

Dopo l'approvazione del concetto, il modello architettonico è stato trasferito ai consulenti pertinenti utilizzando il formato IFC. Per ciascun appaltatore, il file è stato preparato separatamente in ARCHICAD: alcuni subappaltatori non avevano bisogno del tetto, mentre altri non avevano bisogno di strutture in calcestruzzo. Per individuare gli errori, abbiamo utilizzato l'applicazione Solibri Model Checker che esegue l'analisi del rilevamento delle collisioni dei modelli BIM.

Allo stesso tempo, abbiamo realizzato un modello parametrico del tetto usando Rhinoceros e la Live Connection Grasshopper-ARCHICAD, che hanno determinato le opzioni per l'ottimizzazione degli elementi del telaio metallico. Con queste informazioni, il produttore del tetto ha presentato esempi possibili delle disposizioni del pannello del tetto, in base alle capacità di carico delle lamiere. I parametri calcolati hanno aiutato a determinare la forma ottimale del tetto.

Grasshopper script of the roof | Image courtesy of CPU Pride
Script del tetto in Grasshopper | Immagine per gentile concessione di CPU Pride
And the result of the script in Rhino | Image courtesy of CPU Pride
Ed il risultato dello script in Rhino | Immagine per gentile concessione di CPU Pride
Checking collisions in Solibri Model Viewer | Image courtesy of CPU Pride
Il Controllo delle Collisioni con Solibri Model Viewer | Immagine per gentile concessione di CPU Pride
Design variations in ARCHICAD | Image courtesy of CPU Pride
Variazioni del design in ARCHICAD | Immagine per gentile concessione di CPU Pride

Duetto BIM: architetti + ingegneri

Nella fase successiva, gli architetti hanno continuato a lavorare con Metropolis, che è specializzata nello sviluppo di soluzioni strutturali e ingegneristiche e utilizza un software diverso. Un modello strutturale in cemento armato è stato creato in Allplan e quindi attraverso SAPPHIRE, il file è stato trasferito a un programma analitico locale, LIRA-SAPR. Il modello strutturale in metallo è stato sviluppato in Tekla Structures.
"Il BIM aiuta a prevenire l'errore umano. Il primo modello HVAC che abbiamo ricevuto dagli ingegneri conteneva 1.800 collisioni. E questo, a proposito, non sono molti. Utilizzando i disegni 2D, sarebbe semplicemente impossibile rilevare tutti questi conflitti ", ha dichiarato Vitaliy Krestianchik, capo architetto della società Pride.

"il BIM aiuta a prevenire l’erreo umano… Utilizzando i disegni 2D, sarebbe semplicemente impossibile rilevare tutti questi conflitti…” Vitaly Krestianchik, Chief architect, CPU Pride

I sistemi di ingegneria degli edifici sono stati sviluppati in Revit e MagiCAD. I traduttori IFC per salvare e importare le prime versioni di questi modelli - ottenute dagli ingegneri - hanno richiesto diversi giorni per l'installazione. Per gli ingegneri, era importante salvare correttamente e per gli architetti importare correttamente i dati. Dopo uno scambio di modelli, il rilevamento delle collisioni e ulteriori correzioni degli errori, è iniziato lo sviluppo della documentazione.

"Costruire modelli BIM non significa che devi modellare ogni dettaglio. Per calcolare la quantità di materiali necessari per completare un progetto, ARCHICAD può importare i dati di vari produttori (pavimenti, porte, finestre, ecc.) E le liste vengono generate automaticamente", ha dichiarato Vitaliy Krestianchik, capo architetto della società Pride.

The complete BIM model together with the MEP and structural sections | Image courtesy of CPU Pride
Il modello BIM complete con anche le parti MEP e strutturali | Immagine per gentile concessione di CPU Pride
Structural elements shown in ARCHICAD - The structural model was created and imported from Tekla | Image courtesy of CPU Pride
Elementi Strutturali mostrati in ARCHICAD – Il modello strutturale è stato creato ed importato da Tekla | Immagine per gentile concessione di CPU Pride
Documentation in ARCHICAD | Image courtesy of CPU Pride
Documentazione fatta con ARCHICAD | Immagine per gentile concessione di CPU Pride
3D cuts of the architectural model | Image courtesy of CPU Pride
Sezioni 3D del modello architettonico | Immagine per gentile concessione di CPU Pride

Flusso di lavoro Teamwork in ARCHICAD

Nonostante la complessità della struttura, grazie a ARCHICAD, la società è riuscita a completare il progetto senza assumere dipendenti aggiuntivi o specialisti BIM. Il coordinamento generale BIM di tutte le discipline e la gestione del flusso di lavoro durante è stato eseguito da un singolo architetto. I suoi compiti includevano l'organizzazione del lavoro di squadra in un unico file di progetto condiviso comune. L'intero processo era basato sulla funzione ARCHICAD Teamwork.

"La parte architettonica del progetto è stata eseguita in ARCHICAD utilizzando il Teamwork, una funzionalità che consente a ciascun architetto coinvolto di visualizzare l'intero progetto, tenere traccia di tutte le modifiche ed evitare errori. La città o il paese in cui risiede un dipendente non è un problema per il lavoro di squadra ", afferma Vitaliy Krestianchik, capo architetto della società Pride.

ARCHICAD’s Graphic Override feature allows you to apply preset parameters for different display versions | Image courtesy of CPU Pride
Le Sovrascritture Grafiche in ARCHICAD permettono di applicare determinati parametri per visualizzare il modello diversamente | Immagine per gentile concessione di CPU Pride

I livelli di sicurezza dei dati e i diritti di accesso al modello sono stati determinati dal coordinatore BIM e dipendono principalmente dall'esperienza e dall'abilità del tecnico. Il coordinatore BIM ha inoltre posto dei limiti alla creazione e ai dettagli di configurazione dei livelli nel progetto. Il numero di architetti collegati al progetto in una volta era non più di 15. La discussione sulle soluzioni di progettazione è stata semplificata con l'aiuto del servizio integrato di messaggistica di Teamwork. L'uso del lavoro di squadra ha notevolmente semplificato il processo di coordinamento del modello. Il tempo di elaborazione è stato ridotto e le prestazioni del team sono aumentate in modo significativo.

" La parte architettonica del progetto è stata eseguita in ARCHICAD utilizzando Teamwork, una funzionalità che consente a ciascun architetto coinvolto di visualizzare l'intero progetto, tenere traccia di tutte le modifiche ed evitare errori." Vitaly Krestianchik, Chief architect, CPU Pride
The Luzhniki Olympic Complex | Image courtesy of CPU Pride
Il complesso olimpico di Luzhniki | Immagine per gentile concessione di CPU Pride

La versatilità dell'approccio OPEN BIM

Il progetto IGR è ora in fase di sviluppo edilizio e viene mantenuto in un unico modello BIM. L'approccio OPEN BIM ha dimostrato la sua versatilità. Il formato file IFC basato su OPEN BIM è un linguaggio universale che consente l'interazione di tutti i partecipanti al progetto, indipendentemente dal software utilizzato e garantisce la qualità della trasmissione dei dati. La società di progettazione ha seguito gli standard russi e internazionali di implementazione del BIM.

"Grazie al flusso di lavoro OPEN BIM, i partecipanti possono utilizzare una varietà di software e operare costantemente in modo professionale. Utilizzando lo scambio di dati BIM IFC, i professionisti sono stati portati a un livello superiore. Tutto ciò ha impedito molti errori e la qualità della documentazione era molto maggiore. Il BIM ha permesso di costruire il progetto esattamente come era stato immaginato e documentato dagli architetti. "Afferma Nikolai Gordyushin, chief architect e partner CPU Pride.

Displaying information about the BIMproject in the BIMx mobile app | Image courtesy of CPU Pride
Visualizzazione di informazioni su BIMproject nell'app mobile BIMx | Immagine per gentile concessione di CPU Pride
"BIM ha permesso di costruire il progetto esattamente come era stato immaginato e documentato dagli architetti". Nikolai Gordyushin, architetto e partner principale, CPU Pride
Irina Viner-Usmanova Rhythmic Gymnastics Center in the Luzhniki Complex, Moscow, Russia | Rendered Image | Courtesy of CPU Pride
Centro di Ginnastica Ritmica Irina Viner-Usmanova nel complesso Luzhniki, Mosca, Russia | Immagine renderizzata | Immagine per gentile concessione di CPU Pride | www.prideproject.pro
Irina Viner-Usmanova Rhythmic Gymnastics Center in the Luzhniki Complex, Moscow | Photos: Vitaliy Krestianchik
Irina Viner-Usmanova Rhythmic Gymnastics Center in the Luzhniki Complex, Moscow | Photos: Vitaliy Krestianchik
Irina Viner-Usmanova Rhythmic Gymnastics Center in the Luzhniki Complex, Moscow | Photos: Vitaliy Krestianchik
Centro di Ginnastica Ritmica Irina Viner-Usmanova nel complesso Luzhniki, Mosca, Russia | Foto: Vitaliy Krestianchik

Informazioni su CPU Pride

CPU Pride, fondato nel 2013, è un ufficio giovane, promettente e in rapida crescita che offre una gamma completa di servizi. Il team di 60 dipendenti ha lavorato a progetti importanti come il complesso olimpico Luzhniki, il Centro per la ginnastica ritmica e il complesso residenziale Seliger City. La società partecipa attivamente alle competizioni e ha collaborato con grandi studi di architettura internazionali, adattando il proprio lavoro al mercato russo e alle normative statali, consigliando tutte le fasi dell'implementazione. L'azienda Pride garantisce la qualità e la progettazione tempestiva di progetti di qualsiasi complessità, utilizzando tecnologie moderne e un controllo rigoroso del processo di costruzione del progetto.